Parte il laboratorio della casa di Pollicino: autonomia anche per i più piccoli!

sfondo_mani

AIPD Sezione di Reggio Calabria avvia, quest’anno il Laboratorio di Potenziamento delle abilità manuali e creative ed armonia musicale e ritmo. 

 

E’ un laboratorio aperto a tutti: possono partecipare bambini con sindrome di Down e non, dai 3 agli 11 anni.

Per le iscrizioni basta mandare una mail a: aipdsezionerc@virgilio.it.

Si terrà tutti martedì, dalle 15.30 alle 17.30, presso la Fondazione La Provvidenza onlus, in via Trabocchetto n. 1 (vicino l’ITG “Righi”).
Il laboratorio avrà come obiettivi principali: 1) potenziamento delle abilità
manuali e creative, 2) ricerca e l’individuazione dell’armonia musicale
attraverso l’utilizzo di strumenti musicali creati dai partecipanti al laboratorio;
ingrediente fondamentale per poter creare l’armonia musicale è il ritmo: ciascun
partecipante esplorerà, attraverso esercizi guidati, il ritmo che potrà creare
utilizzando le varie parti del proprio corpo per poi passare all’utilizzo degli
strumenti musicali.
Ciascun incontro sarà diviso in due fasi o momenti: una prima
fase sarà dedicata all’ espressione delle abilità manuali e creative, una seconda fase
all’armonia musicale e al ritmo.
Il laboratorio è coordinato dalla dott.ssa Francesca Mesiano. Collaborano i volontari AIPD.

Il Club dei ragazzi in gamba è APERTO!!! Per iscriversi: aipdsezionerc@virgilio.it

12346449_622501387888888_7301215389625076696_nSono iniziate le attività. Il Club dei ragazzi in gamba è aperto tutti i mercoledì  pomeriggio, dalle 15.30 alle 18.30, presso i locali della Fondazione “La Provvidenza Onlus” in via Trabocchetto 1, accanto all’ITG “Righi”.

Possono partecipare i ragazzi e le ragazze dai 14 anni in su. Chi volesse iscriversi può inviare una mail a aipdsezionerc@virgilio.it.

Lo Staff

  • La coordinatrice: Egizia Scopelliti
  • Gli Educatori: Angela Casile, Federica Iacopino, Manuel Marino, Giuseppe Pelaggi, Serena Pensabene

12359976_622501414555552_5427434851432027324_nSono 5 le aree educative intorno alle quali si strutturano gli obiettivi dei percorsi di educazione all’autonomia:

  • comunicazione: saper chiedere, saper dare i propri dati…
  • orientamento: leggere e seguire indicazioni stradali, saper individuare punti di riferimento, riconoscere fermate di autobus, metro e taxi…
  • comportamento stradale: attraversamento, semafori…
  • uso del denaro: acquisizione del valore del denaro, riconoscimento, conteggio, corrispondenza prezzo-denaro, resto…
  • uso dei servizi: corrispondenza prodotto-negozio, supermercati, negozi di uso comune, bar, cinema, bowling, uffici postali, mezzi pubblici…

12347790_622501441222216_2634059290500850721_nIl rapporto tra operatori, volontarie e ragazzi è basato su:

  • Motivazione: importante spinta per l’azione.
  • Verità: ti do una motivazione reale.
  • Protagonismo dei ragazzi : Centro dell’attenzione con assunzione di responsabilità, quindi coinvolgimento attivo dei ragazzi nelle scelte e nella gestione delle attività; Non ti do’ delle cose ma ti chiedo “si” o “no”.
  • Considerazione del loro “essere grandi” e riconoscimento esplicito di tale ruolo anche come rinforzo verso l’acquisizione di ulteriori autonomie.
  • Percorsi e strategie personalizzate, condividere l’obiettivo possibile.
  • Approccio progettuale con definizione di obiettivi, analisi della situazione, risorse, scelta delle attività.
  • Strumenti di lavoro per lo staff: schede di osservazione e raccolta dati; schede delle attività; lavoro di gruppo.

E’ importante anche l’ Educazione incidentale che riguarda quegli interventi educativi che nascono in modo informale nella vita quotidiana a cui gli educatori devono porre attenzione, che si traducono in una gestualità adeguata, ad un rapporto tra grandi, alla scelta dei comportamenti adeguati ai contesti ed alle relazioni.

I primi passi riguardano  le attività per iniziare a respirare clima di autonomia e condivisione e per iniziare a costruire il percorso individuale all’interno della dimensione gruppo. La creazione degli strumenti facilitanti è utile per entrare gradualmente a far parte di una squadra e per iniziare a lavorare coni ragazzi sui prerequisiti essenziali di un corso di autonomia: conoscere o saper trovare i propri dati personali, avere un proprio portafoglio ed iniziare ad usarlo.

Con le attività dei primi mesi si entra nel vivo del corso proponendo attività divertenti centrate sulle aree educative del progetto: comunicazione, orientamento, uso dei servizi, uso del denaro, comportamento stradale. Le attività sono scelte dallo staff tenendo in considerazione gli interessi dei partecipanti e le risorse del territorio per lavorare, attraverso precise scelte metodologiche, sull’acquisizione o il rinforzo di autonomie sociali ed esterne.

 

#IL MIO VOTO CONTA – 24 GIOVANI CON SINDROME DOWN A ROMA PER FORMARSI SULLA CITTADINANZA ATTIVA. SECONDO STEP DEL PROGETTO AIPD “TU CITTADINO COME ME”

Roma, 29 novembre 2015 – Sono 24 i giovani che per una settimana a Roma si sono incontrati per esercitare e formarsi sul diritto della cittadinanza attiva. Il progetto “Tu cittadino come me”, promosso dell’Associazione Italiana Persone Down è finanziato dalla Commissione Europea, Direzione Generale per l’Educazione e la Cultura, programma Erasmus Plus Ka3 Dialogo strutturato, coinvolge otto sezioni dell’AIPD (Caserta, Potenza, Reggio Calabria, Milazzo-Messina, Termini Imerese, Venezia-Mestre, Roma e Marca Trevigiana).

Da lunedì 30 novembre fino a venerdì 4 dicembre 2015 i giovani con sindrome Down, accompagnati da otto operatori AIPD e otto volontari, hanno vissuto insieme delle giornate di confronto e logo cittadinanzadi scambio sulla propria consapevolezza di essere cittadini. La settimana è il secondo step del progetto che terminerà nel febbraio 2016. Nella prima fase è stata realizzata un’indagine, a cui hanno partecipato cento persone con sindrome Down, che hanno espresso preferenze e pareri sul proprio ruolo di cittadino nella società in cui vivono e il proprio interesse per la politica.

Sono diversi gli appuntamenti nel corso della settimana, che ha visto la celebrazione della Giornata Internazionale delle Persone con Disabilità (il 3 dicembre). I giovani si sono confrontati sul tema del voto attraverso simulazioni, hanno individuato i temi della politica, hanno formulato domande da sottoporre agli esponenti dei partiti politici. Il momento centrale della settimana è stato un flash mob che si è tenuto davanti a Montecitorio in mattinata, contemporaneamente l’evento si è svolto nelle altre sette città coinvolte nel progetto europeo a cui si aggiungono altre 10 sezioni dell’AIPD che aderiscono all’iniziativa.

“La maggioranza delle persone con disabilità intellettiva – afferma Carlotta Leonori, responsabile AIPD del progetto “Tu cittadino come me” – non esercita il proprio diritto di voto per mancanza di informazione, consapevolezza ed educazione civica. In questo la responsabilità è anche delle pubbliche istituzioni che non lavorano in tal senso. Con questo progetto speriamo che la politica comprenda che i cittadini con disabilità intellettiva sono una risorsa al “grido” di #IL MIO VOTO CONTA”.

 

SOSTIENI LA RICERCA SULLA SINDROME DI DOWN

tratto da: http://www.ceps.it/sostieni-la-ricerca-sulla-sindrome-di-down/

pierluigi-federicaIl gruppo di ricerca

Il gruppo di ricerca è guidato da Pierluigi Strippoli e Lorenza Vitale presso il Laboratorio di Genomica, DIMES, Università di Bologna.

Ricerca attuale

Il team sta eseguendo un’analisi genomica e post-genomica del cromosoma 21 umano in relazione alla patogenesi della trisomia 21 (sindrome di Down). I principali obiettivi della ricerca sono i seguenti:
1.Sviluppo e utilizzo di strumenti di biologia computazionale innovativi per la meta-analisi di dati riguardanti la citogenetica, l’espressione genica e la funzione dei prodotti genici.
2.Caratterizzazione di nuovi geni localizzati sul cromosoma 21 umano identificati in seguito ai risultati degli studi di meta-analisi.
3.Studio sistematico dell’opera scientifica di Jérôme Lejeune, scopritore della trisomia 21.

Obiettivi futuri

Il gruppo di ricerca studierà la correlazione tra il genotipo e il fenotipo attraverso la raccolta di sintomi clinici e l’analisi del genoma, del trascrittoma, del methylome e del metabolome degli individui con trisomia 21. Si tratta di uno studio clinico-sperimentale sistematico che già vede coinvolti quasi 50 bambini e che è svolto in collaborazione con il Prof. Guido Cocchi del Policlinco Sant’Orsola-Malpighi di Bologna. Lo studio è stato approvato dal Comitato Etico del Policlinico.

Risultati raggiunti

Il gruppo di ricerca guidato dal Prof. Pierluigi Strippoli ha già ottenuto i seguenti innovativi risultati:
1.Creazione di mappe trascrizionali del cervello umano, dell’ippocampo e delle cellule del sangue per studiare l’espressione dei geni umani in dettaglio, in particolare del cromosoma 21 (vedi le seguenti pubblicazioni).
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25185649
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26108741
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/25476127
2.Identificazione della regione critica del cromosoma 21 nell’uomo responsabile della disabilità intellettiva. Si tratta di una scoperta senza precedenti: nessun altro studio di ricerca ha mai condotto all’identificazione di tale area. Lo studio di ricerca che ha condotto a questa straordinaria scoperta risultato verrà pubblicato a breve.

Come verranno utilizzate le donazioni

Tutte le donazioni al laboratorio di Genomica saranno utilizzate per:
1.Comprare materiali, reagenti e servizi necessari al lavoro sperimentale.
2.Finanziare borse di studio ai ricercatori (studenti di dottorato e ricercatori post-dottorato) che lavorano sul progetto

clicca qui: http://www.massimilianoalbanese.net/ds-research/?lang=it

L’Accademia del Tempo libero presenta il Concerto di Natale per AIPD Reggio Calabria

“ E’ NATALE! APRITE IL CUORE!”

Martedi 15 dicembre  alle ore 18.00, presso l’Auditorium “Il Cipresseto”, l’Accademia del Tempo libero presenta una carrellata di artisti per una serata in favore dell’Associazione Italiana Persone Down – sezione di Reggio Calabria.

Intervengono:

-Pasquale Faucitano e Paola Russo: violinisti dell’orchestra del teatro Cilea

-Nino Pizzimenti e Maria Pannuti: cantanti

-Adolfo Zagari: maestro di fisarmonica

-Alessandro Carere: Flautista dell’orchestra del teatro Cilea

-Marinella Roda’:cantante etnica accompagnata da Alessandro Calcaramo, maestro di chitarra.

Le esibizioni musicali saranno inframezzate da recital di poesie dialettali.

Il costo del biglietto sarà di 5,00 euro. Info sulla prevendita presso la segreteria dell’Accademia del Tempo libero in via Melacrino, 34.

“Tu cittadino come me”. Incontro con l’Assessore Giuseppe Marino

IMG-20151127-WA0007[1]

Il 26 novembre la nostra Sezione ha incontrato l’Avvocato Giuseppe Marino, Assessore alle Politiche sociali e alle Politiche comunitarie del Comune di Reggio Calabria.
Giada Geraci, 21 anni, tirocinante presso una ludoteca cittadina con il ruolo di educatrice, accompagnata dagli educatori AIPD Federica Iacopino e Manuel Marino ha spiegato all’Assessore Marino le finalità del progetto e gli ha rivolto alcune domande in merito alla sua attività di politico.

Le risposte sono state chiare e dirette, in perfetta sintonia con il principio del “parlare semplice”. Il nostro Assessore ha dimostrato sensibilità e capacità di adattamento nell’avere compreso che l’inclusione sociale si fa “con” le persone con sindrome di Down e non “in loro vece”.

Si è anche cimentato nella risoluzione di uno scritto crittografato che lo ha messo di fronte, concretamente, alla difficoltà che le persone con sindrome di Down affrontano nella loro quotidianità.
E’ stata un’occasione molto proficua per sensibilizzare i policy-makers riguardo alla questione urgente della consapevolezza delle persone con sindrome di Down di essere cittadini e delle modalità più efficaci per assicurare la loro partecipazione politica.

IMG-20151127-WA0001[1]

Anche se la “self advocacy” è un concetto noto e una pratica ormai abbastanza diffusa in tutto il mondo della disabilità, la maggior parte delle persone con disabilità intellettiva non esercita i propri diritti come elettorato attivo, a causa della mancanza di sensibilizzazione ed educazione delle persone con disabilità intellettiva, di sensibilizzazione delle loro famiglie e degli operatori che lavorano con le persone con disabilità intellettiva e di misure e strumenti facilitanti da parte delle autorità pubbliche.

Per questo obiettivi generali del Progetto “Tu cittadino come me” sono:
a) promuovere la partecipazione dei giovani con sD alla vita democratica in Europa
b) accrescere la consapevolezza dei giovani con sD di essere cittadini/e europei
A questa esperienza stanno partecipando 24 giovani con sindrome di Down (sD) e 8 giovani volontari di età compresa tra i 18 ed i 30 anni insieme a 8 educatori con esperienza nel campo dell’educazione e della formazione di persone con disabilità intellettiva e con esperienza nei progetti di educazione all’autonomia, provenienti da otto differenti sezioni dell’AIPD sparse su tutto il territorio italiano.
biettivo specifico sui giovani con sindrome di Down, target dei beneficiari diretti del progetto:

IMG-20151127-WA0012[1]

1)Maggiore conoscenza/consapevolezza in tema di diritti politici a livello locale, nazionale ed europeo e conseguente esercizio degli stessi.
2)Maggior consapevolezza sulle difficoltà incontrate dai giovani con sD nell’esercizio dei propri diritti, soprattutto politici, e sul ruolo attivo che possono – se adeguatamente coinvolti – ricoprire nella società.
Le azioni che il progetto sta portando avanti sono:
– il Sondaggio nazionale, presso i soci dell’AIPD con sD

– gli Incontri di preparazione: formazione, dialogo con la politica locale, preparazione all’evento di  Roma;

– il Seminario nazionale conclusivo dei giovani – che si svolgerà a  Roma dal 30 novembre al 4 dicembre 2015 – durante il quale  i ragazzi parteciperanno ad attività di formazione, redazione delle raccomandazioni, dialogo con la politica nazionale e realizzazione della trasmissione radiofonica.

calendario eventi Marzo 2015 – in occasione della giornata mondiale sulla sindrome di Down:

20 Marzo 2015-ore 20.30 Concerto solidale al Teatro Siracusa di Reggio Calabria;
22 Marzo 2015 –c/o AIPD Cosenza -seminario sull’importanza dell’autonomia a cura del Dott.Francesco Cadelano
28 Marzo 2015 incontro con Martina Fuga autrice del del libro “Lo zaino di Emma” presso il salone del Palazzo della Provincia di Reggio Calabria